Al Miword round vision è stato presentato il film “Un barbiere davvero speciale”

un barbiere davvero speciale

È stato proiettato in anteprima assoluta a Milano, in occasione del 29° Festival del Cinema Africano, Asia e America Latina – Miword round vision, il film Un barbiere davvero speciale (Italia – 2018), prodotto da Integra Onlus, con la regia di Giulia Ciniselli.

Il film è il racconto di Sega, Solomon e Bamba, tre richiedenti asilo ospiti in un CAS, centro di accoglienza straordinario, gestito da Integra Onlus per conto della Prefettura di Milano  a Cesate, piccolo comune milanese del Nord Italia. I tre richiedenti asilo raccontano come hanno vissuto l’esperienza del loro arrivo a Cesate, a gennaio del 2016 ed il coinvolgimento nella messa in scena dell’opera lirica “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini, ideato e diretto magistralmente dalla nota regista lombarda Daniela Schiavone, grazie alla quale hanno potuto conoscere un aspetto della cultura italiana e farsi conoscere ed apprezzare dalla cittadinanza locale.

Integra ha sempre creduto fortemente che l’integrazione passa soprattutto attraverso le arti, lo sport, l’insegnamento della lingua italiana ed i laboratori di interculturalità. Esperienze che ci avvicinano naturalmente, abbattendo le barriere del pregiudizio! E questa nostra convinzione, cosi come lo sforzo non indifferente di finanziare la produzione di questo corto, per non disperdere un’esperienza unica come quest’opera lirica e l’estate cesatese del 2016, trova maggiore espressione proprio in questi giorni, mentre i nostri ragazzi di Cesate, a fine aprile vengono sradicati per l’ennesima volta da Cesate e trasferiti in Caserme e Campi di prima accoglienza, ignorando ogni vissuto, il faticoso percorso di integrazione grazie ad un accoglienza diffusa e tanto lavoro fatto in forte sinergia con l’amministrazione comunale di Cesate e tutta la cittadinanza. Oggi più che mai, questo documentario, diventerà un indelebile segno e forte testimonianza che l’integrazione è possibile solo grazie alla sinergia tra il privato sociale e le amministrazioni locali e che solo l’accoglienza diffusa potrà veramente abbattere la diffidenza e la paura, aiutando la conoscenza, realizzando con successo l’integrazione naturale nei territori ospitanti

Regia: Giulia Ciniselli
Sceneggiatura:  Giulia Ciniselli, Daniela Schiavone
Durata:  16’
Cast:  Bamba Karamoko, Sega Trawally, Solomon Ajede, Daniela Schiavone
Montaggio:  Giulia Ciniselli
Fotografia:  Riccardo Banfi
Suono:  Maurizio Pini
Produzione:  Integra onlus
Distribuzione:  Giulia Ciniselli giuliaciniselli@gmail.com
Versione Originale: italiano

Giulia Ciniselli
Nel 1985 firma la sua prima regia, La casa fuori misura, che vince il Festival Cinema Giovani di Torino. Frequentando Ipotesi Cinema a Bassano, fu chiamata da Ermanno Olmi per lavorare al montaggio di Lunga vita alla Signora. Ha lavorato come regista per diverse case di produzione, quasi sempre per programmi televisivi sino a quando, nel 2005, inizia a realizzare documentari.

Gallery

Leave your comment