Integra Onlus ricorda la giornata mondiale contro la tratta di esseri umani

Il 30 luglio 2017, l'O.N.U ha indetto la  Giornata  Mondiale  Contro la Tratta di  Esseri  Umani, che è sempre più un'emergenza planetaria ma acuta anche nella Vecchia Europa, culla di civiltà.

I dati sono allarmanti, nell'Unione Europea, nel corso 2016 le vittime accertate sono risultate 15.846, in maggioranza donne (76%), seguite dai minori (15%), caratterizzati da un'altissima percentuale di vittime della prostituzione forzata (67%), con una significativa incidenza dello sfruttamento lavorativo (21%), in particolare nel settore agricolo, ma anche edile, manifatturiero, nonchè della cura alla persona e ristorazione. 

Un campanello d'allarme, che suona da tempo, ha dichiarato Klodiana Cuka, Presidente di Integra, ma che rischia di divenire inefficace, di fronte alla generale assuefazione verso un fenomeno, i cui anticorpi stentano ad entrare nel "circolo sanguigno" della stessa società europea ed italiana.

In particolare nel nostro Paese - ha continuato la Presidente - le vittime di tratta censite ed inserite nei programmi di protezione sono stati 1.172, in prevalenza donne (954) e bambini ed adolescenti (111): le donne restano di gran lunga le vittime più colpite da questi odiosi fenomeni, con oltre l'80%., spesso under 18, in maggioranza assoluta nigeriane e poi seguite da tante altre nazionalità, tra cui rumene (8%). Le tipologie criminali vanno dallo sfruttamento per lo spaccio di stupefacenti a quello lavorativo, come l'accattonaggio, (non più presente solo tra i Rom), accanto a quello crescente dello sfruttamento sessuale di minori, cresciuto esponenzialmente tra il 2016-2017 (fonte: Save The Children).

La nostra Onlus, ha concluso Klodiana Cuka, è vicina, da sempre, alla voce autorevole dell'Istituzione massima del Presidente della Repubblica Mattarella, che ha richiamato: "la solidarietà e la civiltà degli Europei vanno messe al servizio di un contrasto efficace di questi mercanti di morte". Ma il messaggio più forte, ancora una volta, arriva dal Santo Padre, che ci accompagna sempre all'Angelus, per scuotere tutte le coscienze e l'impegno: affinchè tale piaga aberrante, forma di schiavitù moderna e crudele, sia adeguatamente contrastata".

Integra, in questa giornata porta così anche la sua Voce ed il suo contributo per contrastare tali "crimini" contro la Vita e la Civiltà, ricordando che fin dall'inizio della sua Missione, nel Salento, ha promosso e sostenute campagne contro la Tratta, che forse allora furono episodiche e non sistematiche azioni di una più generale strategia di prevenzione e contrasto di questi aberranti fenomeni, (ora in crescita marcata), con l'emergenza dell'emergenza: i minori stranieri non accompagnati. Il loro numero è raddoppiato nel biennio 2016-2017 (oltre 25.000) spesso vittime di organizzazioni criminali dedite al traffico di esseri umani e di droga, con oltre 15 mila minori (in media 16 - 17 enni), che alimentano un circuito perverso, sommerso e sottostimato, di vittime e carnefici, spesso come terminali nello spaccio di stupefacenti e prostituzione.

Ecco perchè la campagna di Integra vuole essere continua ma mirata sui fenomeni più eclatanti, incrociati nella sua stessa azione di accoglienza ed integrazione dei migranti, approfondendone le cause, ma anche le possibili soluzioni, partecipando a progetti e studi "pilota", che porteranno in autunno a promuovere eventi nazionali, come quello programmato (d'intesa con il suo Osservatorio con Unisalento), in collaborazione con il Consolato Usa per il Sud, da svolgere nella città di Napoli.

Condividi:





Linea AmicaclicklavoroParlamento della legalitàAICCREMovimento Cristiano LavoratoriRotary InternationalIntegra Solidale



Cookies Policy