›  
›  

Campagna contro le Mutilazioni Genitali Femminili (2012) promossa dall' INMP

Integra Onlus, insieme a "Non C'è Pace Senza Giustizia" (NPSG) e al Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (PRNTT), si congratula con il Parlamento Europeo per il suo supporto all'abolizione mondiale delle Mutilazioni Genitali Femminili da parte delle Nazioni Unite. Il Parlamento Europeo ha adottato oggi all'unanimità una risoluzione sulle Mutilazioni Genitali Femminili (MGF), riaffermando la sua forte condanna delle MGF in quanto violazione dei diritti umani di donne e bambine. Il Parlamento sostiene la decisione dell'Unione Africana che richiede all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite (AGNU) di adottare un bando mondiale delle mutilazioni genitali femminili. Dichiarazione di AlvildaJablonko, Coordinatrice del Programma sulle MGF Non c'è Pace Senza Giustizia: "Non c'è Pace Senza Giustizia (NPSG) ed il Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito (PRNTT), insieme agli altri membri della Coalizione BanFGM, si congratulano con il Parlamento Europeo per l'odierna adozione, all'unanimità, di una Risoluzione per l'abolizione delle MGF in sostegno alla Decisione dell'Unione Africana, che a sua volta richiede all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite (AGNU) di adottare un bando universale sulle mutilazioni genitali femminili, in quanto violazione dei diritti umani di donne e bambine. Il voto di oggi non fa altro che rafforzare il Rapporto Lambsdorff adottato ieri dallo stesso Parlamento europeo, il quale, tra gli altri punti, raccomanda al Consiglio Europeo ed alla Commissione di sostenere attivamente l'iniziativa guidata dai Paesi Africani per la messa al bando mondiale delle MGF con una risoluzione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Condividi:





Linea AmicaclicklavoroParlamento della legalitàAICCREMovimento Cristiano LavoratoriRotary International



Cookies Policy