Il 7 e 8 settembre a Tricase e Cavallino si presenta 'The Way to Jerusalem'

The Way to Jerusalem', di cui Integra Onlus è partner, ha l'obiettivo di valorizzare le antiche rotte terrestri e marittime percorse da mercanti, pellegrini, laici e religiosi nei lunghi viaggi diretti verso Gerusalemme, una delle più importanti mete di 'peregrinationes maiores'.

L'individuazione di questo sistema fitto e capillare di vie e rotte di comunicazione permette di attivare complessi fenomeni di riscoperta storica, culturale e antropologica delle più importanti località della mobilità antica e medievale. L'itinerario proposto The Way to Jerusalem intende svilupparsi attraverso le vie terrestri, ridefinite e modellate sulla base degli antichi flussi commerciali e di pellegrinaggio cristiano diretti in Terrasanta; e le rotte marittime lungo il Mar Adriatico, il Mar Nero e, in generale, il Mar Mediterraneo, spazi di navigazione, di mobilità, di trasporto e, con i loro centri portuali, anche luoghi di imbarco e di approdo.

In tal modo, si rivela una forte complessità, entro cui è possibile cogliere le relazioni storiche tra contesti geo-politici ed economici differenti. L'obiettivo principale è di recuperare la memoria e i valori storico-culturali, paesaggistici ed economici; di riconoscere, nella valenza delle risorse, la possibilità di avviare un processo di sviluppo sostenibile durevole, in ambito sociale e antropico, ambientale ed economico. L'itinerario, interpretato quale 'progetto territoriale complesso in stretta relazione con l'heritage e il passaggio', intende porsi come collettore materiale e culturale tra le popolazioni dell'antico Mare Internum, come opportunità di incontro tra culture, al fine di ristabilire una nuova centralità, non tanto degli spazi ma degli individui, in una prospettiva di rispetto e di comprensione reciproca.

L'itinerario coinvolge i seguenti Paesi: Italia, Grecia, Cipro e Bulgaria; successivamente saranno introdotte connessioni regionali con Croazia, Slovenia, Albania Turchia, Israele.E' stata costituita un'Associazione Internazionale, formata da due Agenzie Nazionali (Grecia e Bulgaria), due Associazioni Culturali (Viator e Europa Progresso), uno Spin-off universitario (COPE), enti pubblici, privati, istituzioni scolastiche, di ricerca, associazioni culturali, ambientali e imprese.

È previsto il coinvolgimento di tutti i componenti della rete nell'ambito delle seguenti attività di ricerca: mostra storico-cartografica del Mediterraneo e creazione di souvenir artigianali di natura tessile e arte figula legata al percorso (Italia); scambi culturali di giovani sulla costruzione di itinerari culturali del paesaggio rurale e costiero (Grecia); festival di artisti contemporanei su immagini dell'heritage culturale del Mediterraneo (Cipro); rassegna di musica sacra (Bulgaria); osservatorio turistico sull'itinerario (Croazia); convegno (Slovenia); corso di formazione con le scuole sul paesaggio e turismo rurale (Albania); mostra fotografica storica e contemporanea dei luoghi dell'itinerario (Turchia); produzione di un cortometraggio nei luoghi d'interesse (Israele).

Condividi:





Linea AmicaclicklavoroParlamento della legalitàAICCREMovimento Cristiano LavoratoriRotary International



Cookies Policy