Unità della lingua parlata si parte dal sud

Come la lingua italiana scritta ebbe origine a Palermo, presso la corte itinerante di Federico II di Svevia, così i primi tentativi di costruire una lingua parlata, che sia comune a tutti gli italiani e priva di inflessioni regionali, stanno oggi germogliando nel profondo Sud Italia, in Terra d’Otranto. Nella Mediateca dell’Università del Salento si è insediato il Laboratorio Nazionale di Lingua Italiana Parlata, che sta conducendo un’innovativa ricerca linguistica, cofinanziata dalla Regione Puglia, promossa dal regista Pascal Pezzuto e coordinata a livello scientifico dalla professoressa Annaluisa Rubano, docente di Scienze del Linguaggio presso l’Università di Bari. Ciò che più colpisce della ricerca, intitolata “La Lingua di Dante e i Dialetti di Puglia”, è che per costruire una lingua “standard” i ricercatori partono dai dialetti del Salento che, secondo il loro punto di vista, sarebbero vicinissimi al latino e ricchi di connessioni fonetiche con la lingua italiana parlata. Parallelamente a quella linguistica, viene svolta un’indagine storica e letteraria, che mira a riesumare l’antica Abbazia di S. Nicola di Casole (1098-1099), nei pressi di Otranto, la cui scuola era collegata con quella siciliana e che aveva il vanto di essere la prima Università d’Europa, forse visitata persino da Dante Alighieri. Quest’ultima ricerca è condotta dal professor Emilio Filieri, docente di Letteratura Italiana presso l’Università di Bari. Sono stati organizzati degli eventi collaterali con lo scopo di divulgare i contenuti e le finalità della ricerca. Avranno luogo all’interno della Mediateca dell’Università del Salento, in Via di Valesio a Lecce, secondo il seguente programma.

26 settembre 2010, ore 10,30, presentazione al pubblico del progetto ed inaugurazione della mostra di Vanni Rinaldi “Inferno, Purgatorio e Paradiso danteschi”; ore 17,00 – 20,00, conferenza-dibattito sul tema “La Costituzione Repubblicana non contempla la Lingua Italiana”, con la partecipazione di Aldo Giovanni Ricci, docente di Storia Contemporanea e Carlo Ciardo, dottore di ricerca presso l’Università del Salento.

27 settembre 2010, ore 10,00-13,00, conferenza-dibattito sul tema “L’Abbazia di Casole (Otranto) e la nascita del Volgare”, con la partecipazione di Gennaro Colacicco, direttore della Mediateca, Emilio Filieri e Francesco Danieli, storico; ore 17,00 – 20,00 inizio dello stage “La Lingua Parlata?” curato da Pascal Pezzuto con la collaborazione della professoressa Annaluisa Rubano.

28 – 29 e 30 settembre 2010, ore 17,00 – 20,00, proseguimento e termine dello stage.

I dibattiti saranno moderati dall’avvocato Vincenzo Parato e dal dottor Mauro Bortone, giornalista.

Ulteriori informazioni potranno essere fornite dalla società Khàrisma, che organizza la ricerca e gli eventi: 0832.784879 // 339.3338061 // kharismaproduction@libero.it

unit--della-lingua-parlata--si-parte-dal-sud_08102014112736

Leave your comment